Resto al SUD, Sol.Co. Ente Accreditato Storie

Resto al SUD, Sol.Co. Ente Accreditato

  • Scritto da Redazione
  • - 23/03/2018

Si parte. Dalla Sicilia si continua a partire. Tanti giovani lasciano la propria terra d’origine per curiosità e per quell’incontenibile fame di conoscere nuovi luoghi e culture ma si parte anche per trovare un lavoro che a volte qui non c’è. Ma in questo andirivieni fatto di aeroporti affollati e giovani con le valigie piene di speranza c’è chi prova a fermare il flusso di “cervelli in fuga”.

Lo scorso gennaio, infatti, il Ministero per la Coesione territoriale, con la gestione di Invitalia, ha lanciato il progetto “Resto al Sud”La manovra è rivolta agli under 35, che vivono nelle regioni del Meridione e intendono creare una loro impresa per risollevare l’economia territoriale, rinunciando all’opzione di emigrare per cercare lavoro.

Le iniziative imprenditoriali devono riguardare la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura. E ancora, la fornitura di servizi alle imprese e alle persone e il turismo. Le regioni coinvolte sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Le agevolazioni consistono in un finanziamento pari al 100% delle spese sostenute dal giovane imprenditore, di cui il 35% dell’aiuto viene erogato sotto forma di contributo a fondo perduto; il restante 65% proviene da un finanziamento bancario.

Aiuti economici, ma non solo. La manovra dispone anche di un servizio di consulenza e assistenza volto a guidare il giovane imprenditore in tutte le fasi di sviluppo dell’idea aziendale. Questo compito è affidato agli enti pubblici, università, associazioni, o enti del Terzo Settore dopo aver ricevuto l’accreditamento.

Capire i bisogni dal basso, saperli interpretare e trovare le giuste soluzioni per rendere il territorio e la comunità locale in continuo sviluppo. Con questa mission la Rete Sol.Co ha ottenuto l’accreditamento da Invitalia per erogare consulenza e assistenza ai giovani propensi a presentare una proposta progettuale e ottenere gli aiuti economici messi a disposizione dalla manovra “Resto al Sud”.

La Rete Sol.Co. intende offrire un servizio di qualità, caratterizzato dalla professionalità degli operatori che ogni giorno, con passione, determinazione e umanità, promuovono un modello di economia civile fondato sulla “prossimità” e “sviluppo” del territorio. Compito dei professionisti del Consorzio sarà scrutare con attenzione le esigenze del candidato, valutare la proposta progettuale e sviluppare insieme l’idea aziendale.

Generare realtà imprenditoriali, promuovendo un cambiamento sociale, dove soprattutto i giovani sono soggetti attivi che lottano quotidianamente per opporsi a una situazione occupazionale ferma e immobile, sintetizza in maniera calzante il sistema di valori e il modello operativo che Rete Sol.Co. sposa da oltre vent’anni.

Affiancare i giovani, quelli ribelli, quelli che vogliono rimanere nella propria terra, quelli che optano per un’alternativa valida all’utopia di un contratto indeterminato, quelli coraggiosi che rispondono alla disoccupazione mettendo in movimento competenze e conoscenze, creando qualcosa che possa partire anche dal basso, è per Sol.Co. motivo di sfida e di profondo orgoglio.

Per ricevere una prima consulenza basta inviare una mail all’indirizzo solco@solcoct.it però “Resto al Sud” non è lo strumento accessibile a tutti o utile per tutte le idee imprenditoriali.

Prima di inviare la mail e chiedere un appuntamento con i nostri consulenti serve comprendere se Resto al Sud fa davvero al caso tuo.

Il primo passaggio è leggere  le attività che possono essere finanziate da questo bando (ti alleghiamo un book esplicativo), ma ti anticipiamo che con Resto al Sud potrai finanziare l’apertura di attività collegate alla ristorazione e alla somministrazione. Potrai aprire, ad esempio le seguenti attività:

  • ristorante
  • gelateria
  • pasticceria
  • bar
  • catering per eventi o matrimoni

Se invece sei interessato all’ambito del turismo e delle ricettività, grazie a Resto al sud potrai finalmente aprire le attività che trovi di seguito:

  • affittacamere
  • b&b
  • residence
  • albergo
  • agriturismo camping
  • villaggio turistico
  • agenzia di viaggi
  • tour operator

Resto al sud finanzia anche l’apertura di attività collegate ai servizi alla persona. Qualche esempio?

  • lavanderia
  • tintoria
  • parrucchiere
  • istituti di bellezza
  • salone di estetica
  • manicure
  • pedicure
  • studio di tatuaggi
  • toletta per animali
  • centro benessere
  • palestra
  • stabilimento balneare

Ma non finisce qui!

Resto al Sud potrà essere utilizzato anche nell’ambito della formazione e dell’istruzione, ovvero per aprire, ad esempio le seguenti attività:

  • scuola di vela
  • scuola di danza
  • autoscuola
  • scuole di lingua
  • asilo nido

Al bando Resto al Sud possono accedere anche le attività che si riferiscono ai servizi di assistenza sanitaria e sociale, che appartengono alla sezione Q, come ad esempio:

  • servizi degli studi medici di medicina generale
  • attività dei centri di radioterapia
  • studi di omeopatia e di agopuntura
  • attività degli studi odontoiatrici
  • fisioterapia
  • attività svolta da psicologi
  • strutture di assistenza residenziale, e non residenziale, per anziani e disabili
  • servizi di asili nido

Non possono essere finanziate tutte le attività commerciali sia al dettaglio che all’ingrosso! Quindi non potrai aprire nessun tipo di negozio, né fisico né online.

Sono escluse anche tutte le attività libero professionali!  Quindi se sei un giovane avvocato, commercialista, geometra, architetto non potrai utilizzare resto al Sud per finanziare l’avvio del tuo nuovo studio.

 Sono escluse tutte le attività legate all’agricoltura ed alla silvicoltura!

 

Ti ricordiamo inoltre che ogni singolo imprenditore ha a  disposizione un massimo di 50.000 euro, se “pensi in grande”  serve che tu abbia capitale da investire ma soprattutto che tu voglia indossare i panni dell’imprenditore!

Scarica i documenti
19008044BookletResoalSud pdf *.pdf - 1,50 MB